DPM: Direct part marking

DPM è l’acronimo di Direct Part Marking, ovvero l’incisione di un codice Datamatrix, spesso accompagnato da un testo, direttamente sul componente.

L’incisione avviene generalmente durante il processo produttivo. Per leggere il codice, inciso mediante punzonatura o raggio laser, servono lettori di codici a barre con una particolare ottica di lettura, chiamata appunto DPM; la forza dell’ottica sta non solo nella componente imager di lettura, studiata appositamente per la lettura di codici particolarmente piccoli, ma anche nell’illuminatore che crea una luce diffusa e non diretta, evitando che il metallo rifletta l’illuminazione dello scanner e il codice diventi non decifrabile dall’ottica di lettura.

Abbiamo fatto dei test di lettura presso un cliente che utilizza questa tecnologia con il lettore Zebra DS3600 DPM, disponibile in versione con cavo (Zebra 3608) e senza cavo (Zebra 3678) associabile ad una base Bluetooth di comunicazione e ricarica o direttamente ad un sistema Bluetooth, come un PC o un Tablet industriale, sostituendo direttamente la batterie nel lettore quando scarico. Le prestazioni di lettura sono incredibili!

Condividi

Hardware e software per la soluzione

H.T. STONE SRL

Via Palmiro Togliatti, 4/6
20041 Bussero (MI) - Italy

P.IVA IT03801850961
Capitale Sociale 200.000 €

Sede

Tel. +39 02 9533 1041
Fax +39 02 9503 9199
Email: info@htstone.it

Assistenza

Tel. +39 02 9533 1043
Email: supporto.tecnico@htstone.it

Richiedi informazioni